I tuoi farmaci ti stanno dando incubi?

Sì, e studiando come questi farmaci agiscono sul cervello stiamo iniziando a capire meglio cosa provoca gli incubi e come prevenirli. Un modo per comprendere gli incubi è considerare le condizioni che li inducono. I bambini con paralisi cerebrale si lamentano spesso di incubi. I veterani di guerra, con o senza lesioni cerebrali, riportano spesso incubi legati al combattimento come una delle componenti principali di ciò che ora viene chiamato disturbo post traumatico da stress (PTSD). Marijuana ha dimostrato di ridurre in modo affidabile insonnia e incubi in pazienti affetti da PTSD. La prazosina è anche un'opzione efficace per gli incubi PTSD legati al combattimento. Le azioni benefiche di questi due farmaci, la marijuana e la prazosina, forniscono alcuni spunti sui meccanismi alla base della comparsa di incubi. La prazosina blocca un tipo specifico di recettore della noradrenalina. Viene spesso utilizzato per migliorare il flusso urinario negli uomini anziani con prostata ingrossata. Gli ospedali VA hanno scoperto che il trattamento con prazosina allevia due sintomi comuni di anziani veterani di guerra, vale a dire un flusso urinario alterato associato a ingrossamento della prostata e incubi. Il ruolo della noradrenalina negli incubi è anche supportato dalla scoperta che la yohimbina, una droga che aumenta l'attività dei neuroni della noradrenalina nel cervello, aumenta il numero di PTSD correlati incubi.

Ovviamente, gli incubi si verificano mentre siamo addormentato. Gli scienziati hanno diviso il sonno in due fasi generali: movimento oculare rapido (REM) e movimento oculare non rapido (non REM) sonno. Queste due fasi si alternano durante la notte con il sonno non REM che predomina nelle prime ore dopo essersi addormentato. La maggior parte, ma certamente non tutti, sognare si verifica durante il sonno REM. Qualunque farmaco che riduce la quantità di tempo che il cervello impiega nel sonno REM può indurre il cervello a rispondere con il rimbalzo REM. Per esempio, alcool riduce il sonno REM. Pertanto, se ti addormenti ubriaco, l'alcol nel sangue impedisce al cervello di sognare fino a quando l'alcol non viene metabolizzato e non influenza più la funzione cerebrale. Una volta che ciò accade, il cervello trascorre una percentuale maggiore di tempo nel sonno REM, ovvero il rimbalzo REM. I sogni che si verificano durante il rimbalzo REM tendono ad essere incubi. Il ritiro dai farmaci che condividono le azioni dell'alcool sul recettore del neurotrasmettitore GABA, come la maggior parte dei benzodiazepine, compresi i farmaci popolari Klonopin, Ativan o Restoril, inducono anche incubi anche se non sempre producono la soppressione REM. Ironia della sorte, i farmaci che sono prescritti per trattare l'alcol dipendenza bloccando i recettori GABA, ad es. baclofen (venduto come Gablofen o Lioresal) produce incubi vivaci. Nel loro insieme, questa evidenza suggerisce un ruolo importante per GABA e per i farmaci che lo influenzano nel controllo degli incubi.

La durata di ogni periodo di sonno REM che una persona vive ogni notte è strettamente controllata dalle azioni del neurotrasmettitore acetilcolina. I farmaci che antagonizzano l'azione dell'acetilcolina, direttamente o indirettamente, tendono a produrre incubi. Sfortunatamente, molti farmaci antagonizzano inavvertitamente l'acetilcolina, inclusi gli antistaminici, alcuni dei triciclici antidepressivi e farmaci cardiovascolari comunemente prescritti per ridurre la pressione sanguigna, il popolare farmaco anti-ulcera ranitidina (Zantac), alcuni comuni anti-psicotico farmaci, come olanzapina (Zyprexa), nonché farmaci per prevenire la cinetosi. La nuova paroxetina antidepressiva, Paxil, ha la più alta incidenza di produzione da incubo; agisce impedendo il ricupero della serotonina, implicando quindi un ruolo anche per questo sistema di neurotrasmettitori. Poiché così tante persone assumono quotidianamente uno di questi farmaci comuni, la probabilità di sperimentare incubi ricorrenti indotti da farmaci è piuttosto alta.

Perché alcuni incubi implicano la terrificante sensazione di essere sepolti vivi o la sensazione che sia difficile respirare perché c'è un mostro seduto sul tuo petto (la pittura di Fuseli)? Questi sogni soffocanti di soffocamento di solito si verificano durante il sonno non REM quando la respirazione e la frequenza cardiaca sono notevolmente rallentate. Se stai sognando mentre sperimenti queste condizioni fisiologiche, il tuo cervello incorpora le sue qualità sensoriali nella narrazione dei tuoi sogni. A volte, il fatto di essere strettamente avvolti nelle lenzuola fornisce uno stimolo sensoriale sufficiente, a causa della ridotta respirazione, per indurre l'esperienza dei sogni di soffocamento.

In sintesi, i farmaci che migliorano la funzione della noradrenalina o della serotonina (e probabilmente dopamina) neuroni, farmaci che compromettono la funzione dei neuroni dell'acetilcolina, ricordi altamente spiacevoli, alcol e la maggior parte dei farmaci che utilizziamo per ridurre ansia di indurre sonnolenza, o anche lenzuola di tipo eccessivamente tipo possono tutti indurre incubi. Dato quanto sia diffuso l'uso di molti di questi farmaci, è sorprendente che la maggior parte di noi non viva un incubo ogni notte.

© Gary L. Wenk, Ph. D. è l'autore di The Brain: What Everyone Needs to Know (2017) e Your Brain on Food, 2nd Edition, 2015 (Oxford University Press).